page-3553

Ventilazione meccanica controllata

RICAMBIO D'ARIA E SANIFICAZIONE

Tipologie di V.M.C.

Helty: partner produttore degli impianti
di ventilazione meccanica controllata

Ventilazione Meccanica Puntuale con Recupero di Calore

Visita il sito: www.heltyair.com

Ventilazione Meccanica Controllata (V.M.C.)

Fondamentalmente esistono due tipologie di impianti per la ventilazione meccanica controllata:
– Impianti di ricambio e sanificazione d’aria definiti centralizzati o canalizzati;
– impianti di ricambio e sanificazione d’aria definiti decentralizzati o puntuali.

I primi, sono composti da un dimensionato apparato unico, che a seconda della tipologia può essere pensile, applicato all’interno di un controsoffitto o a basamento appoggiato sul pavimento.
I secondi vengono installati nelle stanze interessate, direttamente sulle pareti rivolte verso l’esterno.

Ambedue gli apparati prelevano l’aria dall’esterno, la filtrano ripulendola dagli inquinanti ed espellono all’esterno lo stesso volume d’aria presente all’interno; va da se che cambiando l’aria presente in un locale, viene ridotta la concentrazione di inquinanti.

Nei primi impianti di ventilazione meccanica controllata, le prese d’aria in ed out possono essere dirette, quando la macchina è adiacente ad una parete rivolta verso l’esterno o come nella maggior parte dei casi canalizzate; a mezzo di plenum e tubazioni adeguatamente dimensionate con questa tipologia impiantistica, l’aria in ingresso ed uscita, viene distribuita nei vari ambienti interessati.
Vista l’onerosa e laboriosa lavorazione edile, questa tipologia di impianto di ventilazione meccanica controllata viene solitamente realizzata durante le opere di finitura degli edifici dotati di grandi spazi o contigui, solitamente con finalità di accesso al pubblico quali strutture commerciali, sale riunioni e convegni, ristoranti, bar, centri medico-sanitari ed affini, palestre, e in tutti i quei luoghi di maggiore affluenza di persone.
La difficoltà principale di questa tipologia di impianti di ventilazione meccanica controllata è data dalle problematiche sia economiche, sia gestionali che operative, nella manutenzione e controllo igienico/sanitario dei plenum, delle bocchette di immissione e di estrazione, ed in particolare dei canali di distribuzione.

Oltre agli onerosi costi di gestione e manutenzione, nei canali si depositano polveri e micro polveri di ogni tipologia: sostanze chimiche, COV, talvolta umidità, muffe, batteri, rendendo l’aria introdotta con caratteristiche non conformi a quelle progettuali.
Questi apparati di ventilazione meccanica controllata, avendo motorizzazioni importanti per trasportare l’aria dove prevista, sono rumorosi, inoltre, i canali possono fungere da cassa di risonanza, veicolando i rumori prodotti nei vari locali, ovunque.
In secondo luogo, il mal funzionamento del dispositivo o un guasto meccanico coinvolge tutto l’impianto di ventilazione.

I secondi impianti di ventilazione meccanica controllata, sono apparati singoli, indipendenti gli uni dagli altri, essendo puntuali servono un unico locale o parte di esso, a seconda delle specifiche e momentanee necessità: consentono a differenza dei primi, di lavorare l’aria con modalità diversa l’uno dall’altro personalizzandone le necessità.
Avendo uno scambiatore di calore entalpico per recuperare il calore, a differenza dei primi, non necessitano di batteria di scambio.
In particolare nelle basse velocità, sono molto silenziosi.
Hanno dei costi di gestione irrisori.
La loro manutenzione può essere eseguita con facilità ed economicità sostituendo i filtri in ed out.
Vista la versatilità, questi apparati di ventilazione meccanica controllata a seconda della loro tipologia, possono essere installati sia durante la costruzione o ristrutturazione dell’edificio, che rapidamente in epoche successive, senza l’ausilio di onerosi e spesso problematici interventi edili.

E non ultimo, il guasto di un apparato di ventilazione meccanica controllata, non pregiudica il ricambio e il trattamento dell’aria apportato da altri impianti di ventilazione meccanica controllata installati in altri locali o nello stesso se di rilevanti dimensioni.